ci si amava sopra i libri di Nichita Stanescu
mescolando i globuli rossi alle salive d’estro
un letto di virgole e puntini di sospensione
ancora più leggero del corpo dell’aria
si tramava una vita piena troppo piena di sogni
vesti leggere di risa per ogni piccolo pranzo
e martiri le ragioni col passo pesante
dinnanzi ad un credo che vestiva i cieli di rosa


ci si amava col cordone reciso al nero di Poe
invocando dai drammi di Shakespeare i protagonisti
Amleto e Ophelia deboli davanti a lussuria
prima di un tempo falce nella mano di morte

ci si amava vele libere di galeoni pirata
in mare come un Odisseo verso la Terra di Fuoco
ciurma decimata dalle tempeste di sale
noi due superstiti ai sirenidi canti

e ci si amava si
ci si amava senza radio o televisore
picchiati dai rovesci d’acqua dell’autunno
sotto il ramo di foglie come colombi
presi a fondare la loro prima colonia

Vizualizări: 14

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru în reţeaua literară / la red literaria !

Alătură-te reţelei reţeaua literară / la red literaria

Insignă

Se încarcă...

Fişiere video

  • Adăugare fişiere video
  • Vizualizează Tot

Statistici

Top Poetry Sites

© 2020   Created by Gelu Vlaşin.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor