i remi ci salvano dall'Eden
le nostre direzioni s'inoltrano nel buio
attaccano le ombre coi sussurri
la bontà del palpito nell'alma
oh tu crisalide bambina
trascinami verso lo scoglio del silenzio
che l'ancora ragione nelle sabbie
possa gustare dell'infinito gli oceani
e mordimi in questo spirito la linfa
perché io non possa mai trovare pace nell'amore
e ardere mi sia Paradiso
come all'angelo sono d'adagio le chiare nubi

spingimi in alto a smaltire il fuoco
che forte mi consuma i sensi
prendimi dalla radice come l'acqua
cara alla vita del mortale

aspettami prima dell'arrivo dell'alba

la dove i sogni non hanno confini

perché io non temo la fine del mondo



ma solo il silenzio di tutte le nostre distanze


Vizualizări: 12

Adaugă un comentariu

Pentru a putea adăuga comentarii trebuie să fii membru în reţeaua literară / la red literaria !

Alătură-te reţelei reţeaua literară / la red literaria

Insignă

Se încarcă...

Fişiere video

  • Adăugare fişiere video
  • Vizualizează Tot

Statistici

Top Poetry Sites

© 2020   Created by Gelu Vlaşin.   Oferit de

Embleme  |  Raportare eroare  |  Termeni de utilizare a serviciilor